logo
 
 
 
 
spazio
spazio
Scrivi una Messa A Disposizione per le supplenze 2018/2019 gratis e inviala senza problemi.
item-thumbnail
spazio

Sembra talmente complicato scrivere una domanda che a volte si fanno ore di attesa presso vari enti per redigere una semplice richiesta che non ha un modello preciso e unico e quindi va sempre bene, a patto che contenga le informazioni necessarie.

Le MAD possono essere inviate SOLO alle scuole sede di direzione, dove c'è anche la segreteria e sono una semplice offerta di lavoro che la scuola potrà prendere in considerazione, solo dopo aver esaurito le graduatorie di tutte le scuole e non perchè siete amici o amici degli amici.

Significa che sarete chiamati solo se non ci sarà nessun supplente disponibile della vostra materia o su sostegno in tutte le graduatorie.

Un trucco per  costruire la mail è verificare  se il codice è quello dell'istituto principale  controllando che la nona e l' ottava cifra  siano due zeri (00), a questo punto basta aggiungere  @istruzione.it e avrete la mail della scuola che vi interessa. L'applicazione vi restituisce anche l'indirizzo se volete usare i sistemi tradizionali, spesso più sicuri.

Potete utilizzare questa applicazione: Applicazione MIUR PER TROVARE GLI INDIRIZZI ESATTI DELLE SCUOLE E I CODICI

Per scrivere la domanda copiate e incollate questo aggiungendo i vostri dati.

E' consigliabile allegare anche la fotocopia della carta d'identità e, per finire l'opera, un bel curriculum in formato europeo che ai dirigenti piace tanto, evidenziando le attività di aggiornamento o il lavoro attinente all'insegnamento, una minima esperienza potrebbe far cadere la scelta proprio su di voi!

Al Dirigente Scolastico

Oggetto: domanda di messa a disposizione per supplenze di docente per l' A. S. 2018/19

 

La/il sottoscritta/o (tutti i vostri dati e recapiti)

 

consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n.445, così come modificato e integrato dall’art. 15 della Legge 16/1/2003 n.3;

 

DICHIARA

 

di essere cittadino/a italiano/a;

di godere dei diritti civili e politici;

di essere nella seguente posizione agli effetti e adempimenti degli obblighi militari:

di possedere il seguente titolo di studio:

conseguito il presso

 

di aver superato i seguenti esami

 

di non aver riportato condanne penali;

di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;

 

di non essere sottoposto a procedimenti penali;

di essere disponibile a stipulare un contratto a tempo determinato presso codesta istituzione scolastica per i seguenti insegnamenti:

 

di essere disponibile ad accettare supplenze anche su posti di sostegno senza titolo presso tutti gli ordini di scuola

Firmare, inserire i dati di contatto e, se si vuole, la fotocopia del titolo di studio posseduto (almeno la scuola superiore)

 

 
spazio
Pubblicato: 18/06/2018
spazio
Autore: Lauro Zanzara
spazio
Categoria: mad
 
 
spazio
 
spazio
spazio
item-thumbnail
 
IL FUTURO DEI DM DOPO L’AGGIORNAMENTO DELLE GAE DEL 2019
spazio

La giurisdizione amministrativa, come ormai è noto nelle scuole, è esercitata dai tribunali amministrativi regionali e dal Consiglio di Stato.

La Sentenza del TAR è il giudizio di primo grado e può essere appellata con ricorso al Consiglio di Stato.

Il Consiglio di Stato è l’organo di ultimo grado della giurisdizione amministrativa, si tratta di un organo costituzionale con funzioni consultive e giurisdizionali. Il giudice è un giudice speciale amministrativo, estraneo alla pubblica amministrazione italiana.

L’ Adunanza Plenaria ha quindi la funzione di uniformare la giurisprudenza del C.d.S. o di risolvere questioni di particolare importanza, com’è stato per il DM., indicando chiaramente la legge da applicare in situazioni controverse e fare in modo che, anche chi non è d’accordo, la osservi.

spazio
Pubblicato: 10/06/2019
spazio
Autore:Lauro Zanzara
spazio
Categoria: diventare insegnanti
spazio
spazio
spazio
spazio
spazio
item-thumbnail
 
UN ACCORDO PRIVO DI ANIMA NON CI PIACE
spazio

Mentre i sindacati della scuola hanno revocato uno sciopero sulla base di un libro dei sogni ancora non scritto, insegnanti, bidelli e personale di segreteria potrebbero ottenere da subito un aumento di circa 210 euro all'anno - e reclamare il compenso per gli ultimi 5 anni - per i corsi di aggiornamento sulla sicurezza, circa 1000 € netti per circa 900 mila persone: una bella cifra, pari a 900 milioni di euro.

 

spazio
Pubblicato: 27/04/2019
spazio
Autore:Lauro Zanzara
spazio
Categoria: astuzie operaie
spazio
 
Privacy Policy